apea@provincia.ct.it

E’  noto che tutta la vigente normativa nazionale, regionale e comunitaria spinge l’Amministrazione ad operare:

  • Nel campo del risparmio energetico all’interno degli edifici appartenenti al proprio patrimonio immobiliare, riducendo i consumi energetici, tramite la razionalizzazione dell’utilizzo dell’energia nell’utenza finale (dunque eliminando gli sprechi) ed introducendo l’uso delle tecnologie più innovative, potenziando e sostenendo l’impiego di energia da fonti rinnovabili e l’incremento dell’efficienza energetica.
  • Nel campo della programmazione energetica al fine di migliorare i processi di produzione, trasformazione e riduzione consapevole dei consumi, da attuarsi attraverso il miglioramento degli stili di vita, la ricerca continua dell’efficienza energetica, nel rispetto degli standard qualitativi e di sicurezza di esercizio.

Leggi tutto...  

La mission principale dell’authority, costituita a livello provinciale, consiste nel supportare l’Amministrazione provinciale nella messa in campo della prima e più efficace fonte di energia rinnovabile, quella a costo zero, denominata risparmio (progressivo azzeramento degli sprechi). A questo processo si accompagna la riduzione dei costi energetici, realizzabile attraverso l’adozione di un approccio integrato che prevede diversi livelli di approfondimento. Tutte le esperienze in questo campo hanno dimostrato che l’adozione di una corretta strategia di valutazione e gestione della filiera energetica all’interno dell’organizzazione, dall’approvvigionamento alla trasformazione e all’utilizzo finale, può condurre a risparmi che possono attestarsi al 25%  ed arrivare ad un massimo del 35 - 40% in funzione del livello di maturità, conseguibile in materia energetica, da parte del personale dipendente della provincia.

Leggi tutto...  

Esistono in Europa circa 300 Agenzie per l’Energia a livello Regionale e/o Provinciale, una settantina delle quali istituite dall’anno 2004 tramite il sostegno offerto dal programma EIE, da aggiungere alle oltre duecento agenzie istituite con il Programma SAVE II, il predecessore del programma EIE che adesso lo ingloba. Le Agenzie mirano sempre più a diffondere pratiche di pianificazione e gestione energetica territoriale, reperire organizzare e fornire informazioni ed orientamento , studiare e rendere disponibili servizi finalizzati alla diffusione della cultura dell’efficienza energetica di sistemi, macchine ed impianti, della razionalizzazione degli utilizzi dell’energia nell’utente finale, della sostituzione delle fonti primarie di natura fossile mediante la produzione e lo sviluppo di energia da fonti rinnovabili e/o alternative con supporti e pacchetti anche finanziari, tarati sulle specifiche esigenze e vocazioni territoriali.

L’istituzione dell’APEA di Catania di fatto completa , dal punto di vista territoriale, una sorta di  rete energetica della parte orientale dell’isola  (Messina-Siracusa-Ragusa- Enna),  rendendo in pratica percorribile il concetto realizzativo della condivisione dei criteri di pianificazione energetica di un vasto territorio ad elevata densità industriale (specie nel polo petrolchimico) oltre che densamente antropizzato, nel quale è necessario, oltre che utile, far crescere le competenze e la cultura nel campo tecnico-scientifico, implementando le tipologie dei servizi energetico-ambientali disponibili, in linea con quanto auspicato e favorito dalle politiche comunitarie.

Con la recente istituzione dell'Agenzia per l'Energia e l'Ambiente, APEA [1]   S.r.l. l'Amministrazione provinciale ha affidato in maniera diretta alla società cosi detta "in house" lo studio per lo sviluppo e l'attuazione del miglior modello organizzativo a livello sovra comunale, manifestando in tal modo il preciso intendimento di fare del comparto energetico - ambientale un vero e proprio settore di eccellenza. Già a partire dalla presentazione dell'APEA, nel mese di ottobre, sono previsti una serie di eventi organizzati per comunicare al pubblico i contenuti programmatici dell'Agenzia e la promozione delle sue attività nella gestione e nel coordinamento delle politiche energetiche. Gli eventi di comunicazione saranno finalizzati alla diffusione delle nuove tecnologie per il risparmio, la riduzione dell'utilizzo della fonte fossile, l'incentivazione di produzione di energia rinnovabile, unita alla salvaguardia e alla tutela ambientale del territorio .

 

Pienamente convinta della necessità di diffondere, presso la pubblica opinione, il concetto della diretta influenza, sulla qualità della vita delle future generazioni, della scelta del modello di sviluppo energetico-ambientale, l'Amministrazione provinciale, con l'istituzione dell'APEA, intende perseguire le seguenti principali finalità statutarie:

  •  Predisporre le procedure di attivazione previste dalla L.10/91 dal DPR 412/93, dalla L.46/90 ed in generale dalla evoluzione della normativa in materia di efficienza e uso razionale dell'energia;
  •  Coordinare le azioni specifiche delle strutture provinciali e comunali dei diversi soggetti amministrativi coinvolti;
  • Offrire consulenza nella formazione di funzionari destinati alla gestione delle procedure , supportando gli Enti Locali nell'attuazione degli interventi di competenza a livello comunale;
  • Affiancare le P.A. nell'opera di controllo degli atti tecnici e progettuali in materia di efficienza energetica;
  • Operare in termini di formazione ed informazione nei confronti di operatori ed utenti;
  • Promuovere la conoscenza, la diffusione, la realizzazione e la ricerca nel settore delle energie alternative e/o rinnovabili, valorizzando, in particolare, tutte quelle energie derivanti dall'efficace sfruttamento delle risorse locali nel rispetto delle vocazioni territoriali [2].
Questo sito utilizza cookie anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie.Informativa cookieOK