apea@provincia.ct.it

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 109 del 13 maggio 2015 il Decreto Interministeriale n. 66 del 14 aprile 2015, “Misure per l’Efficientamento Energetico degli Edifici Scolastici”, attuativo dell’ articolo 9, comma 8, del Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito con modificazioni dalla Legge 11 agosto 2014, n. 116.

Il Decreto prevede la concessione dei prestiti a tasso agevolato, lo 0,25%, per la realizzazione di lavori di efficientamento  energetico negli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico. Si tratta di una norma fortemente voluta dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, inserita nel “Decreto Competitività”, che ha stanziato per questa misura 350 milioni di euro attraverso il fondo rotativo Kyoto.

Le domande di ammissione al finanziamento potranno essere presentate a decorrere dalla data di pubblicazione da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di apposito comunicato sulla Gazzetta Ufficiale.

"Rendere gli edifici scolastici pubblici più efficienti sotto il profilo energetico – ha dichiarato il Ministro Galletti - significa molte cose insieme: investire sull'ambiente limitando le emissioni inquinanti, puntare sulla sicurezza delle strutture e quindi degli studenti, ma anche mettere in moto quel circuito di piccole e medie imprese sul territorio che operano nel campo della sostenibilità ambientale e che da quegli interventi possono trovare una possibilità di guadagno".

“È anche un modo per far risparmiare lo Stato, attuando una vera e propria “Spending Review”– ha aggiunto il Ministro - se pensiamo che oggi il consumo degli edifici pubblici pesa per il 18% su quello generale dello Stato, innalzare a 'B' o 'C' la classe di efficienza delle nostre strutture pubbliche vuol dire ottenere un risparmio del 20-25% sul consumo, con notevoli benefici per le casse italiane".

Le domande di ammissione al finanziamento potranno essere presentate a decorrere dalla data di pubblicazione, da parte del Ministero dell'Ambiente, del relativo comunicato, e per i successivi 90 giorni.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie.Informativa cookieOK